giovedì 3 marzo 2011

a bit scary but exciting at the same time

Il titolo di questo poster e' ispirato da una mail che ho ricevuto ieri da una ragazza che dovrebbe partecipare ad uno dei miei esperimenti domattina.. Mi ha fatto sorridere. Chissa' cosa si immagina!! :)
Qui di scary non c'e' proprio nulla... Caso mai di boring!
Questa settimana non ho molta fortuna con gli esperimenti.. Due persone mi hanno brutalmente dato buca.. Una ragazza si presenta oggi con treccine africane.. il che rende abbastanza difficile posizionare la mia cuffietta con 256 canali.. Pazienza, mi godo queste mattinate inaspettatamente libere (si fa per dire).. Speriamo di riuscire a registrare almeno questa fanciulla intimorita (but excited) che dovrebbe venire domani.
Sono proiettata emotivamente al viaggio a Genova, non vedo l'ora di abbracciare la famiglia e gli amici, passeggiare per i vicoli, in spianata, in piazza Manin, Boccadasse... i miei occhi sono gia pieni di queste immagini e profumi e sensazioni.
Qui fa ancora un freddo tagliente.. Stamane pero' la luce e' meravigliosa, i dettagli sono limpidi e nitidi.. Gli alberi ancora spogli del campus filtrano la luce del sole attraverso i rami, si crea un meraviglioso effetto frastagliato.

Ora di mettersi al lavoro :)

martedì 1 marzo 2011

yoga e neuroscienze

A volte sembra proprio che l'universo decida di allinearsi ai tuoi desideri. E succedono cose sorprendenti.
Venerdi' scorso chiacchierando con Annabelle di fronte a un caffe' avevo parlato un pochino dell'ashram dove sono stata ormai diverse volte (vi ricordate di Natale?).. e di tutta la nuova avventura che si e' un po snodata intorno a yoga e spiritualita' e follie varie :)
Tornata di fronte al computer ho mandato un messaggio a Sara, una ragazza dolcissima che ho conosciuto proprio la' durante la festa del Ringraziamento. Mi e' piaciuta subito, sveglia, allegra, questi occhi grigio-verdi limpidi e sorridenti. Studentessa di medicina, molto giovane, si e' subito mostrata estremamente curiosa di esplorare i legami tra il mondo della scienza e l'universo yoga.. Avevo fatto il viaggio di ritorno con lei in macchina... sedile posteriore ricoperto di libri alla rinfusa... Cantando mantra mentre tornavamo verso manhattan all'imbrunire. Non la sentivo da tempo (avevamo assististo ad un bellissimo kirtan ad inizio gennaio) e cosi' ho deciso di "catch up" come dicono qui..

Dopo poco Sara mi risponde con la sua solita valanga di messaggi concatenati.. devo fare un puzzle per ricomporli.. E tra le righe leggo niente meno che sta organizzando una serie di workshop mensili all'ashram proprio sulla tematica "Yoga e Neuroscienze". Non ci posso credere! A questo punto interrompo la valanga di messaggi e la chiamo. "Are u kidding me??? You do something like this and you don't tell me anything??" Naturalmente il mio tono e' scherzoso.. Sara e' felicissima di condividere, e mi spiega che il prossimo sara' domenica, e il tema specifico saranno "Brain Waves and EEG". A quel punto davvero sono incredula. "SARA do you know that THAT is exactly what I do ALL day long????".. A quel punto cominciamo a fantasticare, mi dice se posso aiutarla e se possiamo organizzarlo insieme, e non mi sembra vero. Io ho un infinita' di materiale, ci passo le giornate davanti alle "brain waves" e avere l'opportunita' di un nuovo punto di vista, che unisca il lavoro a questa mia nuova passione e' per me una gioia e uno stimolo incredibile. Da allora continuamo a scambiarci materiale, idee, fantasie.

E cosi questo weekend, inaspettatamente, si va all'ashram! Ne sono felicissima.. Ho prenotato il mio lettino nel dormitorio, ho allertato i miei amici che vivono li'... e sabato in bus verso Monroe.

Quale miglior modo di prepararmi al viaggio a Genova??

lunedì 28 febbraio 2011

brooklyn wellness e party in clinica

Questa settimana e' stata davvero densa di eventi, incontri, belle emozioni, idee, sogni, speranze.
Mi stupiscono in modo particolare le meravigliose donne che ho intorno, la loro energia, la loro voglia di cambiamento, il loro ottimismo, la loro magia.
Venerdi finalmente riesco a parlare su skype con Silvia, la mia amica viaggiatrice, in questo momento e' in viaggio in Guatemala, seguire le sue avventure e' una continua ispirazione, mi riempie di coraggio ed entusiamo.. e' per me la prova piu tangibile e vicina che "si puo". Immaginare una vita diversa, colorarla e realizzarla, trovare una soluzione a ogni sfida momento dopo momento, affrontare con curiosita' il nuovo, il diverso, l'avventura. La capacita' di sorprendersi e meravigliarsi del dettaglio piu inusuale.
Nella stessa giornata parlo a lungo con Manuela, un'altra delle mie "sorelle", che sta mettendo un atto un progetto incredibile nella realta' genovese... in realta' chattiamo semplicemente su skype ma il dialogo tra noi e' cosi intenso che mi rimane l'impressione di averla avuta veramente davanti agli occhi.. come per fortuna accadra' tra non molto!
Ho anche la fortuna di scoprire una nuova amicizia in Annabelle, una ragazza francese che lavora qui al college, che si sta rivelando interessante compagna di viaggio, curiosa, un piacere condividere con lei giorno dopo giorno.
Insomma, tutto questo mi riempie e fa sentire viva..

Il weekend poi si tinge di esperienze a dir poco insolite: sabato sera con Annabelle e altri colleghi europei andiamo ad un party nientemeno che... in una clinica veterinaria! A quanto pare il proprietario, per hobby musicista, decide di organizzare una piccola festa, a cui arriviamo per non so bene quale contatto... E cosi ci troviamo in questo sala d'aspetto dove un gruppo suona country music dal vivo, cover piu o meno famose, mentre birra e stuzzichini sono serviti sul tavolo operatorio, circondati da foto di animali, cibo per gatti, lettiere varie e cosi' via... si parte a ritmo un po' lento, forse la gente e' un po sorpresa, si guarda intorno un po circospetta... ma a fine serata ci alterniamo nelle danze, si ordinano un paio di pizze, e arrivo a casa alle tre passate nonostante l'iniziale proposito "stasera a nanna presto"...

Domenica e' una giornata gradevolmente mite.. ritorno a correre al parco dopo il gelo invernale. Poi mi dirigo a Brooklyn dove hanno organizzato un "wellness" festival.. sono curiosa di vedere di che si tratta... pare ci siano diverse iniziative, dallo yoga, a nutrizione, a varie pratiche di medicina alternativa.. Percussioni. Ed e' cosi che mi ritrovo in questo capannone semi abbandonato e polveroso , a bordo del fiume, dove e' allestito questo ambiente 'alternativo' che mi piace subito.. La luce dell'imbrunire filtra da questi finestroni da magazzino creando un effetto davvero scenico... C'e' ogni sorta di 'curatore'... persone sdraiate, sedute, inginocchiate, oli profumati, contatto. Una lezione di yoga nell'ambiente decisamente meno silenzioso che mi sia capitato, ma ugualmente bello... Alla fine un gruppo di persone si riunisce a suonare in circolo, tamburi, chitarre, ogni sorta di percussione... un ritmo travolgente, un kirtan improvvisato, la danza viene spontanea.

Mi avvio verso casa che ormai e' quasi buio, con un muffin alla banana rigorosamente vegano :) e un mare di vibrazioni positive. Questa citta' e' una fonte inesauribile di ispirazione.

giovedì 10 febbraio 2011

Pizzoccheri dinner!

Stasera un nordico amico dal nome Marco ci ha deliziato con una serata a base di pizzoccheri valtellinesi doc! Tocco di classe regalato dalla focaccia in stile genovese comprata a Eataly.. Probabilmente non paragonabile alla vera focaccia in stile Piazza Manin, ma comunque per una emigrata in crisi di astinenza come me sembra gia il paradiso... :)
Una bella serata di chiacchiere, vecchie e nuove conoscenze, musica country in sottofondo.
Tocco di classe la presenza di Colin, il mio amico eternamente giovane di cui nessuno indovina l'eta', uno dei miei primi amici in assoluto qui in citta' nonche' una delle persone piu positive e intraprendente che conosco.. E' stato bello fare chiacchiere, sogni e progetti.. Con Colin non si puo' farne a meno.
Piccolo dibattito su "the king's speech", chi lo ha trovato lento, e chi come me, dopo aver visto "somewhere" di Sofia Coppola, quell'altro a confronto mi e' sembrato un thriller :)
E per chiudere in bellezza, quando quasi tutti ormai sono andati via, una tisana con Colin e Simona, ascoltando canzoni su youtube, io piego la laundry appena ritirata dalla lavatrice (non sia mai che non sfrutto una serata in casa per queste incombenze), cantiamo piano piano.. e come al solito prima dell'una non riusciamo a smuovere Colin dal divano..
Prima di nanna volevo condividere con voi questa serata, che ha chiuso una giornata di energia positiva, preziosa, da assorbire fino in fondo.


martedì 8 febbraio 2011

Storie di weekend multicolore...

Dopo lunga assenza questo weekend merita di essere raccontato, perche' si e' colorato di tanti eventi, persone, emozioni.

Tutto inizia un venerdi' sera con una cena da Alexi, la prima amica che ho conosciuto nella grande mela nelle circostanze piu' buffe, e con cui sono rimasta sempre in contatto.. Come al solito sfodera qualche piatto delizioso e sorprendentemente 'healthy', tra cui un dolce meraviglioso intriso di cioccolata che ancora non mi capacito fosse senza zucchero! Mi piace incontrare queste persone che non vedo spesso.. una finestra sulla vita 'americana'...mi incuriosisce, ascolto con interesse. Siamo in un grattacielo al 28simo piano, casa di Alexi e' bellissima e c'e' una vista mozzafiato sull'hudson river. A un certo punto ci ritroviamo a cantare canzoni pop italiane che non cito per mantenere un minimo di reputazione :) ma e' stato divertentissimo! Alexi ha vissuto per qualche tempo a Roma e adora l'italiano..

Sabato e' una giornata estremamente 'gloomy'... pioggerellina fine, nuvole nebbiose basse basse... con questo tempo ideale vado a tagliarmi i capelli dal mio preferito parrucchiere del queens.. la stilista che si prende cura di me e' croata e ci ritroviamo come al solito a chiacchierare di avventure, da quanto sei qui, cosa ti ha portato.. il via vai di New York, la costante instabilita'..
La sera sono stata invitata a una festa per il 'capodanno cinese'.. sono molto curiosa perche' questo e' un ambiente tutto nuovo per me.. conosciuto tramite danza e yoga (vedi qualche post precedente!). C'e' una bella atmosfera accogliente, sembrano tutti pittori qui, mille quadri alle pareti.. chi dall'india, chi da israele, chi semplicemente dal Bronx.. Un bimbo di tre anni italiano per meta', ma che non si degna di spiccicare una parola con me :) ognuno porta qualcosa di rosso, questa la tradizione per il capodanno, anche se qui di cinesi ce ne sono proprio pochi!

Domenica mi sveglia una giornata meravigliosa... incredibilmente siamo sopra lo zero, c'e' una luce spettacolare, che mi tira fuori di casa e verso il west village, a passeggiare tra le sue casette... Scopro cafe' angelique, dove non ero mai stata ma dove fanno un cappuccino all'italiana fantastico, con tanto di tazza della Lavazza... accompagnato da una mini cupcake e' la mia colazione, che mi gusto nell'ambiente un po' retro' del cafe'. Ecco che ho il mio momento di invaghimento di questa citta'. Continuando la mia passeggiata mi imbatto in una focacceria toscana di cui non avevo idea, e in una bottega del caffe' che sembra uscita da altri tempi. Il village ti offre un infinita' di queste piccole perle.

Dopo un pranzetto con Simona e la mia dose quotidiana di yoga.. il weekend si chiude con un cinema in compagnia di Adriana..
Crollo a nanna con la luce accesa, serena per le belle persone che ho respirato, per l'energia che mi hanno lasciato, e per la luce che ha scaldato un po quest'inverno che qui sembra non finire mai.